Cepagatti, il consiglio comunale approva il Bilancio di Previsione 2018

Camillo Sborgia

CEPAGATTI – Il consiglio comunale di Cepagatti ha approvato il Bilancio di previsione in largo anticipo così da permettere la gestione all’amministrazione comunale senza provvisorietà.

I risultati più importanti sono rappresentati dalle tasse che i cittadini devono pagare per il servizio della raccolta dei rifiuti urbani che sono rimasti invariati sia per uso domestico che commerciale (le più basse di tutta la provincia di Pescara), così come la tassa IMU per terreni edificabili, altri fabbricati, terreni agricoli, al 7,60‰ (7,60 /mille), molto inferiore al 10,6‰ dei Comuni vicini.

Inoltre è stata mantenuta l’esenzione al pagamento IRPEF, fino ad un reddito di 10.000 euro annui, così come era stato stabilito precedentemente in un accordo con i rappresentanti di categoria dei pensionati.

La spesa per il Sociale (assistenza alle famiglia svantaggiate, Handicap, Malati cronici, Redditi bassi) è aumentata da 583.233,10 a 620.233,10 euro, un balzo in avanti di 37.000 euro. In questo bilancio di previsione, finalmente, è stato possibile prevedere l’assunzione di 3 Unità di Personale dopo anni di blocco.

Soddisfazione è stata espressa dall’assessore al Bilancio, Camillo Sborgia: “Ritengo che durante questo quinquennio, in un momento di difficoltà economica, mantenere le tasse basse ed i servizi di un buon livello sia già un ottimo risultato, pertanto, ringrazio il Sindaco Sirena Rapattoni per la fiducia che mi ha dato. Credo che per i cittadini sia una buona notizia”.