Emergenza credito, Abruzzo maglia nera: ultimo in Italia a marzo 2017

TERAMO – In Abruzzo è ancora emergenza credito per micro e piccole imprese: l’analisi dei prestiti all’artigianato evidenzia, a marzo 2017, uno stock concesso al comparto, comprensivo di sofferenze, di 883 milioni, una flessione di 56 milioni rispetto a marzo 2016 (-5,9%). Il dato colloca l’Abruzzo all’ultimo posto della graduatoria nazionale.

E’ quanto emerge da un approfondimento che Confartigianato Abruzzo ha condotto su un’elaborazione del Centro studi della Confederazione nazionale. A livello provinciale Teramo è agli ultimi posti in classifica nazionale: 236 milioni, -8,8%. In coda anche Chieti, che registra -5,9% (253 milioni). La provincia dell’Aquila si ferma al -5% (188 milioni), quella con il dato migliore, seppur negativo, è la provincia di Pescara, con -3,4% (215 milioni).

“Lo abbiamo detto tante volte – dichiara il presidente di Confartigianato Abruzzo Luca Di Tecco – Il tema dell’accesso al credito è di vitale importanza, ma, nonostante le numerose sollecitazioni, dalla Regione non abbiamo avuto risposte”.