L’ambasciatore algerino Bereksi visita Pescara: “Qui faremo il Forum Economico Italia-Algeria”

Abdelhamid Senouci Bereksi

PESCARA – Il 19 e 20 ottobre sarà Pescara a ospitare il Forum economico Italia-Algeria. La notizia è stata ufficializzata nel corso della visita istituzionale nel capoluogo adriatico dell’Ambasciatore d’Algeria in Italia, Abdelhamid Senouci Bereksi, che ha incontrato il sindaco Marco Alessandrini e alcuni imprenditori abruzzesi, oltre ai rappresentanti della locale Camera di Commercio. Nel corso della visita si è parlato anche dei rapporti fra il Paese nordafricano, il capoluogo adriatico e la Regione Abruzzo.

“Oggi nell’incontro con l’amico sindaco Marco Alessandrini abbiamo parlato delle eccellenti e importanti relazioni fra Algeria e Italia. L’Italia è il primo partner economico e commerciale dell’Algeria e il secondo, terzo come forniture. I rapporti fra i due Paesi – ha detto l’Ambasciatore – sono strategici e molto importanti in tutti i settori e non solo in quello economico. Con questa visita vogliamo anche rinsaldare l’amicizia che fra i due Paesi dura da duemila anni”.

“L’Algeria è per noi un Paese di importanza strategica – ha aggiunto il presidente del Centro Estero, Daniele Becci –  oltre che per la vicinanza all’Italia, è tra i Paesi africani quello con la maggior superficie e una popolazione di 40 milioni di abitanti, di cui il 15 per cento gode di un livello di reddito paragonabile a quello della classe media europea. L’Italia è il primo Paese cliente dell’Algeria ed il terzo fornitore. Crediamo che il futuro sia questo: territori molto vicini che si guardino e affianchino con amicizia e collaborazione. In quest’ottica riteniamo fondamentale la presenza del mondo universitario. Mondo impresa e mondo accademico insieme per esplorare e rafforzare un connubio che si preannuncia vincente. L’incontro odierno già guarda al prossimo ottobre, in cui sarà organizzato un summit, in collaborazione con il World trade center Chieti Pescara, con l’obiettivo di presentare il Sistema Algeria, illustrando le concrete opportunità di business. Ma anche fare network, favorendo le imprese dei rispettivi Paesi”.