L’annuncio di Gerosolimo: “Ora i tirocini diventano più semplici”

L’AQUILA – Non sarà più necessaria la valutazione del progetto formativo da parte del Centro per l’impiego per avviare tirocini extracurriculari. È l’ultima modifica apportata alle linee guida sui tirocini formativi, in attesa che il processo di revisione venga portato a compimento come vuole la normativa nazionale. Il primo atto, è stato quello di eliminare l’approvazione preliminare da parte del Cpi, situazione che di fatto alleggerisce l’intera procedura per l’ammissione di un tirocinio extracurriculare.

“Non è un caso se siamo partiti da qui – spiega l’assessore alle Politiche del lavoro della Regione Abruzzo, Andrea Gerosolimo – La nuova norma di fatto si traduce in un atto di semplificazione amministrativa che viene incontro alle aziende che vogliono fare il tirocinio, al tirocinante con l’abbreviazione del tempi e al soggetto promotore che in questo modo verrà investito di responsabilità sulla reale qualità del progetto formativo che prima erano in capo ai Cpi. In aderenza alla normativa nazionale – aggiunge Gerosolimo – il presidio della qualità e della correttezza dell’esperienza di tirocinio è ora rimessa al Soggetto promotore fatto salvo ovviamente il controllo l’attività di vigilanza della Regione Abruzzo”. La modifica, di immediata attuazione, è stata l’occasione per fare il punto sul più generale processo di revisione delle linee guida regionali in materia di tirocini extracurriculari.

“Sappiamo essere una materia particolarmente seguita dalle aziende – dice l’assessore Andrea Gerosolimo – per questo siamo più che mai convinti che la revisione della materia sul tirocinio debba incrociare il consenso delle imprese e dei lavoratori che poi sono quelli che andranno ad usufruire della misura. Quello a cui maggiormente aspiriamo è la semplificazione della procedura di attivazione dei tirocini che non vada ad intaccare la qualità dei tirocini stessi. Il processo di revisione si chiuderà alla fine dell’anno”.