Licheri (SI): “Preoccupati per la Dayco, interrogazione del deputato Paglia per avere chiarimenti”

CHIETI – Daniele Licheri (foto), Segretario Regionale di Sinistra Italiana Abruzzo, interviene per commentare la “gravissima situazione della Dayco”: 135 sui circa 600 lavoratori degli stabilimenti di Chieti e Manoppello sono a rischio esubero.

“La dirigenza Dayco – afferma Licheri – aveva detto che nel processo di riorganizzazione in corso non ci sarebbero stati esuberi, ma solo spostamenti da un sito industriale all’altro all’interno del gruppo. Anche noi, come i Sindacati, vorremmo vederci chiaro.  Siamo alle solite, si ricorre alla riduzione del personale adducendolo come soluzione per recuperare competitività: come se l’unico modo per abbassare i costi di un’impresa sia tagliare il personale”.

Gli operai “non sono una merce, da spremere finché servono e poi buttare via. Tutto questo senza mostrare uno straccio di piano industriale. E chiaro che così si crea il panico e il futuro diventa nero. Oltre ad  essere solidali con i lavoratori e con i sindacati che hanno fatto bene ad indire 4 giorni di mobilitazione, stamattina il nostro deputato Giovanni Paglia ha depositato un’interrogazione parlamentare per chiedere al ministro di intercedere e avere delucidazioni sul piano industriale ai vertici aziendali, coinvolgendo fin da subito  i sindacati e la Regione Abruzzo”.