Pa Social Day, promosso l’Abruzzo digital

PESCARA – La comunicazione della Pubblica Amministrazione ai tempi dei social: Abruzzo promosso, secondo gli esperti. Se ne è discusso questa mattina a Pescara, presso la sede della Regione in viale Bovio, nel corso dell’evento ‘Pa Social Day: Abruzzo, digitale e bandi europei’ dell’Ufficio stampa della Giunta regionale, che ha avuto come obiettivo quello di suggerire una riflessione su quanto lo strumento digitale riesca ad essere davvero efficace per gli obiettivi della comunicazione istituzionale e, particolarmente, per quella europea che è nei fatti percepita distante dai cittadini. Al confronto anche l’Ordine dei giornalisti dell’Abruzzo.

“Oggi – ha detto Stefano Cianciotta, docente di comunicazione di crisi all’Università di Teramo – emerge un grande elemento positivo dell’Abruzzo. La Regione con il suo management pubblico lavora dal 2003 su questi temi. È stata la prima Regione ad avere una web Tv. Sul tema più in generale, da un’indagine dell’Istituto Piepoli diffusa oggi, il 90% dei cittadini chiede di partecipare e di condividere anche le scelte della pubblica amministrazione, perché sono sia fruitori social che utilizzatori diretti. Una giornata come questa fissa il principio per cui la comunicazione pubblica è un elemento fondamentale dell’organizzazione. Per troppi anni è stata interpretata come elemento accessorio della propaganda. Invece, finalmente, a 18 anni dalla legge 150, torniamo a evidenziare che la comunicazione è un fattore di organizzazione”.

E la comunicazione nei confronti della politica?

“In Italia – ha affermato il docente – c’è ancora un notevole ritardo. Non è un caso che abbiano vinto le elezioni due movimenti o partiti che hanno più innovato tra il mondo digital, i social network e i cittadini”.

Cianciotta ha evidenziato in tal senso l’importanza della formazione da ora in avanti. E, in riferimento al discorso del premier Giuseppe Conte, ieri in Senato:

“Non è entrato molto nel merito delle questioni ma ha fatto capire che certamente i temi dei servizi al cittadino saranno un po’ la cifra di questo mandato”.