Cancellato il volo Pescara-Torino, Saga pronta a chiedere i danni

SAN GIOVANNI TEATINO – In merito alla cancellazione del collegamento aereo Pescara Torino ed alla decisione di richiedere i danni nei confronti della compagnia low cost  Blue Air, il Presidente della Saga Enrico Paolini dichiara di aver incaricato direttamente la società di gestione aeroportuale, a procedere per il mancato rispetto degli accordi presi.

La compagnia romena aveva, infatti, stipulato un contratto direttamente con Saga, che prevedeva la durata fino al prossimo mese di ottobre.

“Purtroppo la vicenda della compagnia aerea Blue Air su Torino è un vero tradimento unilaterale del contratto esistente con la Regione Abruzzo”, ha sottolineato il Presidente Paolini, ricordando che il vettore low cost romeno “aveva in passato partecipato al bando regionale, godendo quindi degli incentivi previsti”.

Tanto che Regione e Saga, a questo punto, “dovranno chiedere i danni e la restituzione degli incentivi stessi contemplati dal contratto” stipulato prima dell’insediamento del Presidente Saga Enrico Paolini, secondo il quale la “debolezza estrema della compagnia aerea e la mancanza di penali adeguate previste dal contratto” sarebbero alla base della cancellazione dopo tre anni del volo, così come avvenuto precedentemente con episodi analoghi riconducibili alle compagnie aeree di Wizzair e Mistral.   

Anche su questo fronte la Saga fa sapere che sta operando i necessari adeguamenti per evitare in futuro il ripetersi di situazioni analoghe, così come, per colmare ora il vuoto strategico legato alla cancellazione del volo “stiamo già lavorando – ha concluso Paolini –  per trovare una soluzione sostitutiva di questa compagnia” venduta ad un fondo tedesco.