Casa: in Abruzzo il 2019 inizia con prezzi di vendita e affitto ancora in calo

TERAMO – Non parte positivamente il mercato immobiliare abruzzese, che apre i primi tre mesi con un calo dei costi degli immobili in vendita e dei canoni di locazione. Non si tratta però di oscillazioni particolarmente marcate: secondo l’Osservatorio di Immobiliare.it sul mercato residenziale della regione nel primo trimestre 2019, infatti, i prezzi richiesti da chi vende casa in Abruzzo sono scesi dello 0,8% mentre sono calati dello 0,4% i costi medi degli affitti.

Chi vuole comprare un immobile residenziale nella regione, secondo la rilevazione relativa allo scorso marzo, deve mettere in conto una spesa di 1.480 euro al metro quadro. Il prezzo medio dell’affitto si attesta su 6,46 euro/mq.

Per quanto riguarda il mercato nelle quattro città della regione, sul fronte compravendite il trend al ribasso è comune a tutte. La sofferenza più evidente si registra a Teramo, dove nei primi tre mesi dell’anno i costi medi sono scesi del 3,9%. A seguire si trova Chieti, in cui i prezzi scendono del 2,6%. Sono invece più contenute le oscillazioni di Pescara e L’Aquila, pari rispettivamente all’1% e allo 0,6% in negativo.

Per quanto riguarda i costi degli affitti, si riscontrano due trend differenti: Pescara e L’Aquila procedono verso una risalita dei prezzi, mentre Chieti e Teramo restano in perdita. Nel capoluogo di regione l’oscillazione è minima e si riscontra un +0,5% nel trimestre considerato (dicembre-marzo 2019), mentre risulta più evidente l’aumento dei costi a L’Aquila che, in tre mesi, hanno ripreso il 2,1%. A Teramo si registra la percentuale negativa più importante: -4,8%; perde il 2,7% il costo medio degli affitti a Chieti.