Crescono presenze e arrivi in Abruzzo, importante l’apporto del Teramano

Giorgio D’Ignazio

TERAMO – In Abruzzo durante l’estate 2018 si è registrato un incremento del movimento turistico, con arrivi cresciuti dell’1,5% e presenze del 2,3%. A contribuire maggiormente alla performance positiva è il Teramano.

Bene i parchi, +4,4% gli arrivi, +3,6% le presenze. Dati positivi anche sulla costa (arrivi +0,9%, presenze +2,3%). Nel 2017 il dato di arrivi e presenze (1.548.653 e 6.193.473) è in linea con quello del 2007, prima della crisi e del terremoto. L’Abruzzo è al 17esimo posto tra le regioni.

I turisti italiani sono l’86%, specie da Lazio, Lombardia e Campania; i principali Paesi esteri di provenienza Germania, Svizzera e Repubblica Ceca. I dati, elaborati dal Sistema Informativo Turistico della Regione Abruzzo (Sitra), sono stati illustrati in conferenza stampa dall’assessore al Turismo Giorgio D’Ignazio e dal direttore del Dipartimento Turismo, Cultura e Paesaggio Francesco Di Filippo.

“I dati sono positivi – dice D’Ignazio – e questo vuol dire che è stato fatto un buon lavoro. Abruzzo Open Day Summer è stato un trionfo”.