Esportazioni in crescita del 3,3%, ottima performance del Montepulciano

L’AQUILA – Nel terzo trimestre 2018 le esportazioni dei Distretti abruzzesi riprendono a crescere (+3,3%), evidenziando performance migliori della media dei Distretti italiani (+1,4%), portando così il dato complessivo dei primi nove mesi dello scorso anno in segno nettamente positivo per l’export distrettuale abruzzese (+3,8%). Questo quanto emerge dal Monitor dei distretti industriali dell’Abruzzo curato dalla Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo.

Crescono tre distretti abruzzesi su cinque. Ottima performance per il comparto dell’Abbigliamento (+5,3% per il distretto nord-abruzzese e +19,5% per il distretto sud-abruzzese). Molto bene anche i Vini di Montepulciano (+6,6% la variazione tendenziale). In controtendenza la Pasta di Fara (-1,2%) e il Mobilio (-4,2%).

“I Distretti industriali abruzzesi confermano nel complesso, e con importanti performance, la loro vocazione all’export e la capacità di crescere sui mercati internazionali, rendendo al contempo evidente come il modello dei Distretti sia sempre strategico e importante nel contesto dell’economia regionale, al pari di quella nazionale – spiegaTito Nocentinidirettore regionale di Intesa Sanpaolo – Il nostro Gruppo, che non a caso segue e analizza le dinamiche economiche macro e locali attraverso il lavoro puntuale del proprio Centro Studi e Ricerche, si pone la priorità di comprendere le esigenze presenti e future delle attività produttive per rispondervi al meglio, sia in termini di contenuti che di tempistica. E’ con questa finalità che Intesa Sanpaolo ha scelto di agevolare le imprese che investono semplificandone l’accesso al credito: nella determinazione del rating valorizziamo gli aspetti qualitativi come l’investimento in capitale umano e l’innovazione, l’appartenenza alle filiere e la sostenibilità”.

A contribuire positivamente all’andamento delle esportazioni dei distretti regionali sono stati i mercati maturi (+8,2%), che hanno più che compensato il calo nei mercati emergenti (-9,5%). In forte crescita Svizzera e Canada, molto bene anche Regno Unito, Germania e Paesi Bassi. Pesante riduzione dei flussi, invece, verso Russia e Qatar.

Nel terzo trimestre 2018 le esportazioni del polo ICT dell’Aquila sono diminuite del 14,2%. L’andamento del Polo, come noto, è condizionato dall’andamento delle esportazioni verso gli Stati Uniti, il principale mercato di sbocco, che nel terzo trimestre 2018 ha assorbito l’83% delle esportazioni totali, con una riduzione del 17,5% rispetto allo stesso periodo del 2017.