FEBBO: “ALTRI 517.000 EURO PER PROMUOVERE STORIA E TRADIZIONI ARTISTICO-CULTURALI ABRUZZESI”

L’AQUILA – “Dopo aver deliberato nei giorni scorsi oltre due milioni di euro per i fondi per le attività culturali (Fus e Furc) oggi approviamo lo stanziamento di ulteriori 517 mila euro per eventi e manifestazioni organizzati da enti pubblici o privati per l’adozione del programma delle iniziative dirette dalla Giunta regionale”. A comunicarlo è l’assessore regionale alla Cultura Mauro Febbo, che spiega come “attraverso questo provvedimento adottiamo un programma di eventi di carattere umanitario, culturale, sportivo, artistico, scientifico e sociale.

“Oggi è fondamentale portare avanti e sviluppare ancora di più gli eventi specifici per valorizzare il patrimonio culturale, storico, artistico e letterario. Infatti con questa delibera stanziamo dei specifici fondi per la promozione ed il sostegno della storia e delle tradizioni artistiche e culturali abruzzesi. In Abruzzo abbiamo eventi eccezionali che sono ormai delle eccellenze che riescono a promuovere il territorio fuori dai confini regionali, come la Perdonanza, Mastrogiurato, Giostra Cavalleresca, Pescara Jazz ed altri”.

“Ho chiesto alla struttura regionale – specifica Febbo – di accelerare per la pubblicazione dei bandi poiché gli organizzatori degli eventi devono avere la certezza dei fondi per programmare in tempi certi le attività che oggi hanno un valore storico e di promozione turistica e culturale. Dal mese di aprile ad oggi, in sette mese circa, abbiamo come Regione Abruzzo stanziato più di due milioni e mezzo e puntiamo ad invertire la rotta per arrivare ad anticipare la pubblicazione di questi bandi e quindi arrivare ad una programmazione concreta e certa dei fondi disponibili. La cultura in Abruzzo è fonte di turismo ed economia (e non solo) e questa maggioranza di Governo regionale intende voltare pagina e sviluppare manifestazioni ed eventi di spessore a carattere regionale e nazionale e, sopratutto, capaci di sviluppare cultura e turismo, e proporzi come volano dell’economia”.

“Pertanto – conclude Febbo – sarà mia premura ed impegno arrivare dal prossimo anno a far uscire in anticipo i relativi bandi inerenti il mondo culturale così da promuovere e sostenere quelle tante e belle iniziative che sono eccellenze culturali ed attrattive”.