Lavoro, Fioretti: “Abruzzo regione in difficoltà, migliorare alcune situazioni”

PESCARA – “L’Abruzzo è una regione in difficoltà. Non siamo tra le peggiori, ma dobbiamo migliorare alcune situazioni. Oltre a essere una regione piccola, abbiamo una frammentazione di realtà lavorative che ci deve comunque spingere a essere bravi ad avere un’offerta molto ampia”. Lo ha affermato l’assessore al Lavoro della nuova Giunta regionale abruzzese, Piero Fioretti (foto), a margine dell’evento promosso a Pescara da Cisl Abruzzo Molise per inaugurare il nuovo Servizio dello Sportello Lavoro, sottolineando che “stiamo monitorando e stiamo cercando di avere tutti i dati necessari per capire la direzione da prendere”.

“Stiamo vedendo a livello nazionale le opportunità che da qui a poco avremo, rispetto al ruolo della Regione – sottolinea – che ha una sua competenza ben precisa, cioè essere tramite con tutti gli strumenti disponibili: centri per l’impiego, supporto alla formazione, istruzione. Dovremmo avere una strategia, come Abruzzo, rispetto alle necessità del mondo dell’imprenditoria abruzzese”. Poi una riflessione sul ruolo della scuola, che “consente di dare quell’indirizzo e fare quella selezione rispetto alle necessità che, comunque, nel breve e medio termine, si riescono a intuire sul mondo del lavoro”.

Per Fioretti, infine, “bisogna recuperare il senso di responsabilità, che è venuto meno. Lo vediamo nel mondo scolastico – osserva – con i ragazzi che hanno atteggiamenti e comportamenti che non li qualificano e non li mettono a disposizione per quel futuro che noi pensiamo. Qualsiasi soggetto coinvolto nel mondo del lavoro ha una responsabilità verso gli altri e non sta lì solo per avere uno stipendio; fa parte di una catena che se si rompe può creare problemi”, conclude.