Montesilvano presenta la Carta dei servizi turistici

MONTESILVANO – Presentata questa mattina in sala consiliare la Carta dei servizi turistici del Comune di Montesilvano. All’incontro con la stampa erano presenti il sindaco, il presidente della commissione Affari istituzionali e Antonio Farchione, docente di Marketing all’università D’Annunzio.

«E’ il coronamento del lavoro svolto in questi anni a favore dell’offerta turistica della città di Montesilvano», dice il primo cittadino, «Abbiamo 4.500 posti letto e la più importante ricettività turistica di tutta la regione. Nel 2018 abbiamo avuto 570 mila presenze con un aumento del 10% rispetto all’anno prima. Questo è il frutto di un’attenta politica di programmazione e di investimenti: dalla chiusura del Centri di accoglienza straordinaria allo sgombero del ghetto di via Ariosto, oltre al piano di recupero di Montesilvano Colle che ci ha consentito di entrare a far parte della rete nazionale dei Borghi autentici, e poi la bandiera verde, di località ideale per le vacanze dei bambini, la bandiera gialla dei Comuni ciclabili, e l’Oscar dell’Ecoturismo 2019 per le politiche di inclusione sociale condotte sul territorio. Se a questo aggiungiamo la riqualificazione di via Maresca, la chiusura estiva al traffico della riviera con la creazione di una grande isola pedonale, questo ci consente di offrire al turista una lunga serie di vantaggi».

Si tratta di un documento che recepisce direttive comunitarie e regolamenti europei e internazionali», ha spiegato Antonio Farchione, «e si ispira al Codice del Turismo, e in particolare all’articolo 66 dove si specificano gli standard dell’offerta di servizi turistici pubblici sul territorio nazionale. La Carta, dunque, non può essere vista come un obbligo da parte degli operatori in ambito turistico ma, al contrario, è un documento informativo che metta nella condizione il turista, considerato cittadino-consumatore, di avere un “colpo d’occhio” su:

• servizi di cui si può usufruire nel comune di Montesilvano;

• standard di qualità, ritenuti ragionevoli, condivisi da chi aderisce alla Carta dei servizi turistici con l’amministrazione comunale;

• proiezione verso una futura ricerca del miglioramento della qualità e della tutela dei turisti».

La Carta dei servizi turistici è dunque un documento che vuole testimoniare l’intesa tra l’amministrazione comunale di Montesilvano e tutti gli stakeholder interessati, come ad esempio le associazioni di categoria e le associazioni dei consumatori, al fine di tutelare i diritti del turista ma anche quelli dell’operatore turistico e, conseguentemente, mettere a disposizione delle imprese turistiche uno strumento idoneo a testare e migliorare la qualità raggiunta.

«Gli operatori che condividono con l’amministrazione comunale la Carta dei servizi turistici», ha aggiunto il sindaco, «sono individuabili attraverso l’esposizione di uno specifico logo e saranno evidenziati su apposite sezioni del sito Internet dell’amministrazione comunale, nonché in quelli delle associazioni delle aziende aderenti alla presente Carta dei servizi turistici».

L’idea di fondo che ispira la presente Carta dei servizi turistici prevede, da parte dei sottoscrittori della stessa, il rispetto dei seguenti:

1. Requisiti comuni – Sono gli impegni minimi che tutte le strutture turistiche, aderenti alla Carta, assumono nei confronti dei turisti, dall’aiuto alla scoperta del territorio alla diffusione del materiale informativo e promozionale su Montesilvano, alla tutela ambientale (in particolare con la raccolta differenziata).

2. Requisiti specifici – che si vanno ad aggiungere a quelli che la normativa vigente già prevede: dai punti luce indispensabili in ogni stanza al mobile per appoggiare il bagaglio, dallo stato di conservazione alla pulizia delle stanze, dal menu all’esterno alla chiara esposizione dei prezzi, dalla reperibilità telefonica della struttura alla comunicazione tramite i social media.

3. Requisiti migliorativi specifici per ogni categoria – Sono caratteristiche che se acquisite nel tempo dalle strutture aderenti non potranno far altro che accrescere gli standard qualitativi della rete e valorizzare in modo sostenibile il territorio, da menu che tengano conto delle intolleranze a un kit di benvenuto, dalla disponibilità di biciclette e attrezzi per escursione e mobilità lenta al personale a disposizione per accogliere persone con disabilità.

Quali i vantaggi per chi aderisce alla Carta dei servizi turistici della Città di Montesilvano?

Le aziende che spontaneamente decidono di aderire alla Carta dei servizi del turista avranno l’opportunità di: far parte di una rete virtuosa di operatori turistici; condividere momenti informativi, come la realizzazione di un sito web o di una sezione del sito web istituzionale del Comune di Montesilvano dedicata alla presentazione delle singole aziende aderenti alla presente carta dei servizi; azioni di viral marketing in particolare sul web 2.0 (Facebook, Trip Advisor, Foursquare, You Tube, etc.); newsletter con un calendario aggiornato di tutti gli eventi organizzati dai soggetti aderenti; stampa e diffusione di materiale informativo; attività di ufficio stampa e P.R. su media tradizionali (radio, tv, quotidiani e periodici) e web.