No ai contratti indesiderati, Estra Prometeo introduce nuove misure a tutela dei diritti dei clienti

L’AQUILA – Estra Prometeo, società leader nella fornitura di energia elettrica e gas naturale, implementa i propri standard di trasparenza per offrire alla clientela sempre maggiori garanzie di tutela in fase di stipula dei contratti.

Lo fa varando un protocollo di autoregolazione volontaria, adottato per bloccare sul nascere pratiche commerciali irregolari o indesiderate attivate a distanza, telefonicamente o porta a porta.

“Grazie a questo strumento – dichiara il presidente di Estra Prometeo Marco Gnocchini – l’azienda rafforza il proprio impegno nel contrastare il fenomeno delle attivazioni non richieste. Abbiamo sempre operato all’insegna dei principi della correttezza e della trasparenza, ma siamo anche convinti che sia sempre possibile fare di più. In questo contesto, il protocollo rappresenta un’ulteriore tappa di un percorso volto a rinnovare la fiducia della clientela, continuando a tutelarla e a garantirne la piena consapevolezza delle scelte”.

Il codice va ben oltre le prescrizioni dell’attuale sistema normativo-regolatorio e prevede la costituzione di un organismo di controllo che avrà il compito, tra l’altro, di incontrare ogni sei mesi le associazioni dei consumatori per analizzare l’andamento di tutti i reclami con particolare riferimento a quelli per contratti e attivazioni non richieste. L’organismo potrà anche intervistare i clienti sulle modalità di vendita adottate dalle agenzie esterne e dai partner commerciali e predisporre un documento con le risultanze per informare la direzione di Estra Prometeo.

“Con questa iniziativa – afferma l’amministratore delegato di Estra Prometeo Francesco Verniani – intendiamo prendere le distanze da pratiche di vendita scorrette. Desideriamo che il cittadino continui ad associare il marchio Estra Prometeo al rispetto della dignità e della libertà della persona, quale condizione di un rapporto duraturo e soddisfacente. Anche per questo vogliamo coinvolgere le associazioni dei consumatori, con le quali puntiamo a potenziare ulteriormente la qualità dei servizi offerti, tutelando contemporaneamente l’utenza sempre al centro della nostra attenzione”.

Tra i punti chiave del protocollo emerge il rapporto tra la società e gli operatori di vendita, per i quali sono previsti incentivi e penali a seconda della condotta tenuta. Gli agenti verranno sottoposti a un’appropriata formazione e a test periodici per misurarne la conoscenza delle offerte proposte e il codice di condotta commerciale e del consumo. Il mancato superamento delle verifiche può portare all’applicazione di provvedimenti sanzionatori, fino alla risoluzione del contratto.

Queste le principali tutele attivate nei confronti dei consumatori:
. verifiche telefoniche su tutti i contratti porta-a-porta;
. proposizione della scelta esplicita tra conferma scritta e conferma a mezzo telefono in caso di contratto telefonico;
. messa a disposizione del consumatore della documentazione contrattuale e della registrazione delle telefonate di conclusione del contratto e di conferma prima che il consumatore sia vincolato;
. doppia verifica telefonica per accertare la ricezione della documentazione contrattuale e il consenso del consumatore;
. ampia possibilità offerta al cliente di esercitare il diritto di ripensamento, consentendo la relativa comunicazione in vari momenti del processo di contrattualizzazione.