Pescara, con la posa del cestino Seabin nel porto turistico si rafforza il sostegno di Volvo al progetto Life Gate Plastic Less

PESCARA – Dopo che lo scorso anno la filiale italiana di Volvo aveva sposato la causa del progetto LifeGatePlasticLess per la riduzione delle plastiche nel mare ed effettuato la posa di tre dispositivi Seabin (nei porti di Marina di Varazze, Marina di Cattolica e Venezia Certosa Marina), nel 2019 il progetto si amplia coinvolgendo quest’anno numerosi punti chiave dei litorali italiani grazie al contributo di alcuni dei concessionari più attivi della rete ufficiale Volvo in Italia.

Va letto in tale ottica la posa del dispositivo Seabin nel porto di Pescara, avvenuta ieri alla presenza di una rappresentanza di Volvo Car Italia, dei titolari della concessionaria Volvo Pavoni e di alcune autorità locali.

Alla base del convinto sostegno all’iniziativa da parte della concessionaria Volvo Pavoni – tra le prime a dare la propria adesione all’estensione del progetto Life Gate Plastic Less – è la sensibilità alle tematiche ambientali propria della famiglia Pavoni, esempio virtuoso di imprenditori attivi sul proprio territorio.

Provenienti da una famiglia che opera nel settore dell’auto da più di cinquanta anni, Daniele e Gianni Pavoni entrano a far parte della rete ufficiale Volvo nel 2011, ottenendo ben presto risultati in linea con i migliori trend espressi dal marchio

“Quando Volvo Car Italia mi ha proposto di aderire al progetto dei Seabin, ho accettato con grande entusiasmo”, ha dichiarato Daniele Pavoni, contitolare della concessionaria Volvo Pavoni di Pescara.

Dopo Marina di Cattolica e Riccione, l’installazione del dispositivo Seabin nel porto di Pescara conferma l’impegno di Volvo nella Costa Adriatica per la cura del mare, un bene prezioso sia dal punto di vista ambientale sia dal punto di vista dell’economia dell’intera regione costiera.

“Il nostro company purpose è ben definito: Freedom to Move in a Personal, Sustainable and Safe way”, afferma Chiara AngeliDirettore Sales & Marketing Volvo Car Italia. “La sostenibilità ancora una volta è ribadita elemento fondamentale della filosofia di Volvo ed è condivisa da tutti gli elementi della filiera, dalla Casa madre alle filiali nazionali fino ai concessionari della rete Volvo.  Per questo motivo, proprio insieme ad alcuni concessionari abbiamo deciso di contribuire concretamente al progetto di pulizia dei mari, rafforzando il nostro impegno nell’iniziativa LifeGate Plasticless. È uno dei modi con i quali Volvo contribuisce a migliorare la qualità della vita nell’ambiente che ci circonda, nel territorio nel quale viviamo e operiamo, coerentemente con l’attenzione alle persone che è propria del nostro Brand”.

I concessionari Volvo che supportano la posa di nuovi dispositivi Seabin in alcuni dei principali porti italiani coprono, con il loro raggio d’azione, una parte significativa del territorio italiano. Una volta che la posa dei dispositivi sarà completata, l’intera operazione sarà oggetto di un evento dedicato che si terrà nel corso del mese di giugno presso al Volvo Studio Milano, che continuerà così nella propria opera di diffusione dei valori principali del marchio Volvo e della cultura di sostenibilità di cui Volvo è promotore attivo.

“Siamo felici di consolidare la nostra collaborazione con Volvo Car Italia che prosegue nell’impegno rivolto alla sostenibilità e negli obiettivi del progetto LifeGate PlasticLess, la prima sfida italiana volta alla pulizia dei mari dai rifiuti plastici”.  Questo il commento di Enea Roveda, Ceo di LifeGate, che aggiunge: “Quest’anno siamo orgogliosi di condividere la nostra missione anche con i concessionari, chiamati a svolgere un ruolo attivo di salvaguardia del territorio e di sensibilizzazione a livello locale’’.