Stati Uniti e Cina: come entrare nei più grandi mercati del mondo, 2 giorni di formazione per gli operatori del vino

PESCARA – Un’importante iniziativa della Camera di Commercio Chieti Pescara per gli operatori del vino. L’11 e 12 dicembre si terranno, presso la sede pescarese, due giornate formative, a cura della Società M&T Italia di Torino, nella persona di Gianfranco Lai, esperto del settore e consulente ICE, dedicate agli operatori vitivinicoli che lavorano o intendono entrare nei complessi ma remunerativi mercati degli Stati Uniti e della Cina.

Il corso è finanziato dall’OCM, progetto europeo che prevede contributi a fondo perduto per gli operatori vitivinicoli, per le operazioni di promozione, formazione ed informazione in paesi terzi, non EU.

Dal 1981 M&T Italia si occupa dello sviluppo internazionale delle imprese e realizza programmi articolati di servizi in azienda e sui mercati esteri.

In oltre 35 anni di attività, M&T ha costruito una rete consolidata di partnership internazionali ed ha maturato una importante esperienza in numerosi mercati e settori industriali. Oltre che sull’intero territorio nazionale, M&T opera abitualmente in Europa, Cina, Nord America, Russia, Est Europa, Emirati Arabi.

M&T ITALIA è inserita, inoltre, all’interno del repertorio delle società di consulenza accreditate dal MISE per l’ottinimento del Voucher internazionalizzazione.

Il corso, completamente gratuito per le aziende, risponde all’obiettivo di migliorare la capacità export delle imprese attraverso il rafforzamento delle competenze nella pianificazione e sviluppo

commerciale all’estero; la definizione di un piano commerciale individuale; l’individuazione dei punti di debolezza attuali che limitano la capacità di acquisire clienti all’estero e di un programma di azione per il loro superamento; la messa a punto di alcuni strumenti operativi per la gestione commerciale (in particolare i materiali di presentazione e il data base dei contatti).

Gli Usa si confermano un mercato florido e con potenzialità di crescita per migliaia di imprese abruzzesi che hanno già sviluppato business e occupazione. In particolare, nel primo semestre 2018,  l’export dall’Abruzzo verso il mercato statunitense è aumentato del 0,5% sfiorando 252 milioni di Euro rispetto al primo semestre 2017. Il saldo commerciale si conferma positivo per l’Abruzzo attestandosi a 177 milioni di Euro. Gli Usa rappresentano il nostro quarto mercato cliente e settimo paese fornitore.

Le importazioni, per circa 74 milioni di euro, hanno registrato una diminuzione del 24,9% rispetto al primo semestre 2017. I settori trainanti per le esportazioni regionali in USA nel primo semestre 2018 sono stati: componenti elettronici e schede elettroniche per quasi 93 milioni di euro, in calo del 2,5% e continui così per i principali 5 settori. I prodotti statunitensi maggiormente importati in Abruzzo sono: prodotti di colture agricole non permanenti, carta e prodotti in carta, altri prodotti chimici e altre macchine per impeghi speciali.

Per quanto riguarda, invece, la Cina saranno proprio i fondi previsti dall’Ocm a supportare le imprese nell’ingresso in un mercato tanto difficile quanto dalle grandissime potenzialità.

Il programma completo è disponibile sul sito dell’ente www.chpe.camcom.it. Sarà possibile iscriversi fino al 10 dicembre: per ulteriori informazioni, è disponibile lo staff dell’Area Promozione della Camera di Commercio di Pescara allo 0854536434 o scrivendo a promozione@chpe.camcom.it.