Turismo, Febbo: “Entriamo nel vivo del piano del commercio”

L’AQUILA – Vertice tra il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, e l’assessore alle Attivita’ produttive, Turismo e Spettacolo, Mauro Febbo sulle priorità delle diverse deleghe.

“C’è il bisogno di entrare nel vivo nel Piano del commercio e definire le strategie di azioni. Incontreremo associazioni di categoria, amministratori locali e tutti i soggetti coinvolti. È una priorita’ che si sviluppera’ nel tempo, ma su cui bisogna iniziare a lavorare sin da subito”. Venerdi’, invece, e’ in programma un incontro con i presidenti degli Enti partecipati della Regione Abruzzo e cioe’ Fira, Arbuzzo Sviluppo, Arap e Consorzio Industriale.

Tra le priorita’ individuate, quella di riperimetrare le Zes: “È stato tutto fatto con ritardo come solo per far vedere che era stato fatto, ma ora dobbiamo recuperare il tempo perduto”. E poi verificare i fondi comunitari a disposizione: “Registriamo una spesa pari a zero. Bisogna capire quali bandi sono stati fatti e quali no. Ci lavoreremo gia’ da mercoledi’ con il primo incontro del Comitato di Sorveglianza”. Necessario poi far ripartire il turismo.

“Giovedi’ – annuncia Febbo – sarò a Roma alla conferenza degli assessori sul tema. Conferenza da me convocata. Il presidente mi ha chiesto e io sono d’accordo, di ridurre il numero delle Dmc e di cambiare la loro mission. Devono essere produttrici di turismo – dice Febbo – devono portare contratti di attrattiva. Dobbiamo smetter di andare alle fiere a fare solo sfilate. Siamo assenti sulla promozione. Si lavorera’ anche sulle piattaforme informative”.

Infine la cultura: “Le associazioni culturali e gli istituti devono sapere all’inizio dell’anno quali sono le risorse a loro disposizione, non possono saperlo alla fine. Va aperto un nuovo tavolo di confronto con i grandi imprenditori abruzzesi e le grandi fondazioni: ci devono aiutare ad investire in cultura. Siamo convinti che riusciremo a coinvolgerli perche’ la cultura ha si’ un costo, ma un costo che ha ricadute importanti sotto molti altri aspetti e sono quelli su cui vogliamo puntare”.